Bacche di Goji: tutto quello che vuoi sapere!

Le bacche di Goji, conosciute dai tempi più antichi dai popoli asiatici, sono giunte a noi grazie alle loro qualità nutrizionali e terapeutiche. Sono ricche di sali minerali, vitamine e aminoacidi che trasformano queste bacche in una vera e propria fonte di energia.

Bacche di Goji cosa sono?

Le bacche di Goji si dividono in due specie: Lycium barbarum e Lycium chinense e fanno parte della famiglia delle Solinaceae, quella che include melanzane, pomodori, patate, tabacco e peperoncino. Lycium deriva da Licia, una regione dell’Anatolia.

La parola Goji, invece, è una storpiatura della pronuncia cinese del nome della bacca. Queste bacche crescono spontanee nelle valli Himalayane, in Mongolia, nel Tibet e in alcune zone della Cina. Si tratta di piccole bacche rosse che, sui mercati europei, arrivano in gran parte essiccate. Il colore è vivo e brillante, il sapore abbastanza dolce e si può abbinare a moltissimi cibi, sia dolci sia salati. La medicina tibetana e cinese ne fa uso dalla notte dei tempi proprio grazie alle sue doti terapeutiche.

Proprietà delle bacche di Goji

Le bacche di Goji sono entrate a far parte, a pieno diritto, della categoria dei superalimenti proprio grazie alle sue proprietà. Proviamo a elencare qualcuna delle proprietà più importanti:

  • Prevengono l’infarto;
  • Agiscono contro l’invecchiamento, le malattie degenerative e i radicali liberi;
  • Rafforzano il sistema immunitario;
  • Normalizzano la pressione sanguinea;
  • Fungono come antinfiammatorio;
  • Riducono il colesterolo;
  • Contrastano il diabete.

Qualcuno potrebbe trovare esagerate tutte queste funzioni, ma sono dovute alla ricchezza di sostanze vitali contenute nelle bacche. Questi frutti, infatti, sono (per ora) quelli con il contenuto più elevato di due fitochimici: carotenoidi e acido ellagico.

Il potere antiossidante delle bacche di Goji

Per stabilire le capacità antiossidanti di un alimento si ricorre a un test che si chiama ORAC. Uno degli antiossidanti naturali più diffusi è il mirtillo che ha un valore di 2.036 ORAC. Tutti conosciamo le potenzialità del mirtillo, vero? Bene, pensate che il melograno raggiunge i 10.450 ORAC, ma le bacche di Goji sono ancora più ricche e raggiungono un valore di 25.300 ORAC! Questo dimostra la sua potenza come antiossidante.

Le vitamine delle bacche di Goji

Tra le varie proprietà di questi frutti, troviamo un elevato contenuto di vitamine:

  • Vitamina C tre volte superiore all’arancia. Questa vitamina protegge dalle infezioni e dai radicali liberi.
  • Vitamine gruppo B – il tenore più elevato rispetto a qualsiasi altro frutto. Queste vitamine sono importanti per il funzionamento di cuore, muscoli, sistema nervoso, capelli, pelle, occhi e favoriscono la concentrazione.
  • Betacarotene a livelli maggiori di quelli della carota. È stato appurato, da anni, che il betacarotene agisce positivamente sulla vista e sul rinnovo della pelle.

 Curiosità sulle bacche di Goji

Una delle principali sorprese di questi frutti è che offrono un eccezionale contenuto di ferro! Sono molte le persone che soffrono di anemia e spesso gli vengono prescritti degli integratori che possono avere fastidiosi effetti collaterali. Questi frutti ne sono particolarmente ricchi e non hanno controindicazioni quindi possono essere utilizzati tranquillamente in qualsiasi situazione.

Altra curiosità è che nella loro composizione sono stati trovati dei polisaccaridi sconosciuti fino a poco  tempo fa. Sembra che questi componenti (chiamati polisaccaridi Lyciun Barbarum) riescano a stimolare il sistema immunitario.

Studi sulle bacche di Goji

Le proprietà dei frutti di Goji, non sono solo una tradizione orale tramandata da generazione in generazione, ma sono state comprovate da diversi studi che spesso hanno portato a risultati veramente sorprendenti. Alcuni di questi sono particolarmente importanti e fanno ben sperare nel campo della salute.

  • Second Military Medical University di Shanghai. Presso quest’università è stato eseguito uno studio per vedere quali sono gli effetti delle bacche di Goji su diversi tipi di tumore allo stadio avanzato. Sono stati analizzati 79 pazienti a cui è stata somministrata una sostanza che stimola la produzione di globuli bianchi. Grazie a questa sostanza i tumori regredivano del 16%. Aggiungendo al trattamento base i polisaccaridi lycium barbarum, la regressione è passata al 41%.
  • Università di Hong Kong. Lo studio presentato dai ricercatori di quest’università è mirato a dimostrare i benefici delle bacche nei confronti del morbo di Alzheimer. Nelle cavie si è visto che il Goji riduce la presenza di cellule morte, quindi questo potrebbe aprire nuovi orizzonti sul trattamento delle malattie neuro generative.
  • Università di Wuhan. Qui hanno studiato i benefici del frutto contro il diabete e il colesterolo. I volontari sottoposti a somministrazione di bacche di Goji, hanno dimostrato un aumento di colesterolo buono e una riduzione del tasso glicemico.

Le bacche di Goji per la bellezza

Ovviamente, il benessere interiore si riflette anche all’esterno. Una pelle bella e luminosa è segno di benessere, ma come agisce il Goji sulla nostra epidermide?

Agisce mettendo in campo vitamina C, carotenoidi, rame e zinco.

I carotenoidi, di cui il più conosciuto è il beta-carotene, sono i precursori della vitamina A che aiuta la nostra vista a mantenersi in salute, ma non solo! Protegge anche le mucose che aiutano i tessuti a crescere e a rigenerarsi.

Essendo un forte antiossidante protegge il corpo dai radicali liberi, principale causa dell’invecchiamento cellulare e, di conseguenza, della pelle.

L’acido ellagico, invece, protegge il corpo e la pelle dalle sostanze dannose con cui veniamo in contatto costantemente, come quelle portate dall’inquinamento atmosferico. Lo smog appesantisce e spegne l’epidermide non permettendo un normale ricambio cellulare. L’acido ellagico evita che la pelle subisca questo trauma.

Le bacche di Goji proteggono la pelle anche dalle macchie cutanee e dalle rughe dovute al sole.

La vitamina A protegge la pelle dall’intemperie e dall’invecchiamento, mentre lo zinco gioca un ruolo fondamentale sulla formazione del tessuto connettivo. La sua funzione è quella di connettere il collagene e le fibre di elastina.

Come si assumono le bacche di Goji?

Il Goji in commercio viene presentato in diverse forme, le più diffuse sono:

  • Bacche di Goji essiccate: possono essere consumate da sole o in aggiunta ad altri alimenti come yogurt, insalate, macedonie, cereali;
  • Succo di Goji: per ottenere i risultati migliori si consiglia di utilizzare sempre quello puro al 100%. Può essere consumato da solo o diluito in acqua o succhi di frutta;
  • Estratto di Goji in capsule.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi