Quello che non ti hanno detto sulle diete iperproteiche

Oggi ci occuperemo delle diete iperproteiche e dei pericoli ad esse legati. Sicuramente hai già sentito parlare delle diete iperproteiche perché sono diete dimagranti che hanno letteralmente spopolato negli ultimi anni (dieta Dukan, dieta Atkins, dieta Zona, ecc …).

Il loro rapido successo è dovuto alla ragione che effettivamente fanno perdere peso (attenzione, solo nel breve periodo!), ma sai che i loro stessi ideatori sconsigliano di seguirle per un periodo più lungo di 2 settimane?

Si, hai capito bene!

Gli stessi ideatori delle diete iperproteiche ti sconsigliano di seguirle per più di due settimane, perché sono consapevoli dei rischi che queste diete comportano; accade che, dopo le 2 settimane, si riprende velocemente tutto il peso perso e anche di più, con inevitabili conseguenze negative per la salute e anche per l’umore …

Associazioni professionali di dietisti, come la American Heart Association (fondata da cardiologi per la prevenzione delle malattie cardiache) assolutamente sconsigliano il ricorso a queste diete per il dimagrimento.

Ma come funzionano le diete iperproteiche?

Si basano tutte sulla quasi totale eliminazione di carboidrati, sia dai cereali che dalla frutta, e su un apporto di proteine e di grassi molto superiore alle raccomandazioni nutrizionali, enfatizzando cibi come carne, uova e formaggio.

In effetti, nell’immediato, fanno perdere peso, ma soprattutto perché l’apporto calorico è eccessivamente limitato e la perdita riguarda per lo più liquidi piuttosto che grasso.

Ehi, non vorrai mettere a repentaglio la tua salute solo per perdere velocemente qualche chilo di troppo?

Facciamo così, vediamo insieme 6 buoni motivi per cui faresti meglio ad evitare le diete iperproteiche, e poi ti indicherò il modo migliore per perdere peso senza correre rischi!

1.Le diete iperproteiche causano carenze nutrizionali
Questo è il rischio più immediato e tangibile. Alimenti come frutta, verdure e cereali integrali, sono necessari per una dieta salutare, perché forniscono vitamine e sali minerali di cui il tuo corpo ha estremo bisogno. Senza frutta e verdura, perdiamo le nostre migliori fonti di antiossidanti come beta carotene, vitamina C e bioflavonoidi. Eliminare i cereali integrali significa inoltre eliminare le fibre e aumentare il rischio di carenza di vitamina E e vitamina B.

2.Le diete iperproteiche aumentano il rischio di osteoporosi
Abbiamo già visto perché una dieta a base di carne e cibi animali è dannosa per le ossa in questo post (dagli un’occhiata se te lo sei perso!).
Un eccesso di proteine comporta una maggiore perdita di calcio dalle urine, con conseguente perdita di densità ossea che, a lungo andare, porta all’osteoporosi.

3.Le diete iperproteiche sovraccaricano i reni
Se si assumono più proteine di quelle di cui si ha bisogno, le scorie del loro metabolismo, tra cui l’azoto, devono essere eliminate dal nostro organismo. Questo lavoro viene fatto dai reni, e una dieta troppo ricca di proteine comporta per loro un super lavoro. Quindi le diete iperproteiche sono assolutamente controindicate a chi soffre di problemi renali.

4.Le diete iperproteiche aumentano il rischio di pressione alta
Una dieta ricca di carboidrati complessi che include frutta, vegetali e cereali integrali contribuisce all’abbassamento della pressione sanguigna; al contrario, una dieta iperproteica che elimina o limita fortemente questi alimenti, può portare ad un innalzamento della pressione perché si eliminano le migliori fonti nutrizionali di calcio, potassio, magnesio (minerali che regolano la pressione sanguigna) e per contro si aumenta l’assunzione di sodio.

5.Le diete iperproteiche aumentano il rischio di malattie cardiovascolari
Le fibre, di cui sono ricchi i cibi vegetali come frutta, verdure, cereali integrali e legumi, aiutano a tenere basso il livello di colesterolo del sangue. Eliminarli o ridurli significa che al loro posto si consumerà una maggiore quantità di altri cibi, solitamente ricchi di grassi e colesterolo (quali sono i cibi animali). Questo porta ad un aumento del livello del colesterolo del sangue e ad un maggior rischio di malattie cardiovascolari.

6.Le diete iperproteiche causano costipazione
La salute dell’intestino dipende dall’assunzione di una buona quantità di fibre; eliminando frutta, verdure e cereali significa eliminare le migliori fonti di fibre. Ecco perché la maggior parte delle persone che seguono queste diete immediatamente notano effetti sgradevoli come la stipsi. La costipazione può portare inoltre a sviluppare patologie gravi come la diverticolite, la sindrome del colon irritabile e a lungo termine può essere un fattore di rischio per lo sviluppo di cancro al colon.

Come vedi, seguire una dieta iperproteica non è davvero la scelta migliore né per perdere peso né per mantenere una buona salute…

Ma allora, qual è il modo migliore per perdere peso?

Una dieta salutare che includa un’ampia varietà di cibi vegetali, in particolare frutta e vegetali, insieme ad attività fisica regolare, è la chiave per raggiungere e mantenere il proprio peso ideale e una buona salute.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi